Congratulazioni! Hai vinto!
Risultati della partita
Tempo:
Carte rimaste:
:
:
Le tue statistiche
::
Partite vinte::
Partite giocate::
Percentuale di vittorie:
Gioca ancora
Le tue statistiche
 
 
 
 
 
Statistiche di base
Partite giocate:
Partite vinte:
Percentuale di vittorie:
Serie di vittorie più lunga:
Serie di sconfitte più lunga:
Serie attuale:
:
:
:
:
Tempo e mosse
Tempo di gioco totale (secondi):
Tempo medio per partita vinta (secondi):
Numero totale di mosse:
Media di mosse per partita vinta:
Media di mosse per ora nelle partite vinte:
Reimposta
 
Chiudi
Chiudi
Informazioni

Tasti scorciatoia più importanti

Attiva schermo intero:F11 (la maggior parte dei browser)
Annulla mossa:Ctrl-Z
Nuova partita:F2
Chiudi finestra di dialogo:Esc

Freecell

Ti diamo il benvenuto sul solitario Freecell! Questa è una versione online gratuita di questo famoso rompicapo con le carte. Buon divertimento!

Descrizione

Freecell è un gioco di carte per un solo giocatore. Come nella maggior parte dei solitari, in Freecell, l'obiettivo è quello di mettere in ordine le carte per seme e valore. A differenza del solitario tradizionale, però, tutte le carte sono scoperte dall\inizio del gioco, e non c'è una riserva. Inoltre, le partite di Freecell sono quasi sempre risolvibili. Quindi, è difficile interpretare l'esito del gioco come un buon o cattivo presagio, come si fa spesso con il Solitario tradizionale.

Il tabellone di gioco consiste di otto colonne al centro, quattro celle libere nell'angolo in alto a sinistra, e quattro case nell'angolo in alto a destra. Per vincere la partita, devi spostare le carte tra le colonne e disporle in sequenza con colori alternati. Puoi usare le celle libere nell'angolo in alto a sinistra del tabellone per conservarvi temporaneamente le carte. Infine, è necessario posizionare tutte le carte nelle case, iniziando da Assi, Due, Tre, ecc. Ogni pila in una casa deve contenere esclusivamente carte di un solo seme.

Regole

Spostare le carte tra le colonne

  1. Puoi prendere una carta in cima alla colonna, oppure puoi prendere una serie di carte, sempre che siano disposte in sequenza (ordinate secondo il valore) e abbiano colori alternati (nero e rosso).
  2. Si può posizionare una carta (o una serie di carte) sopra un'altra carta, purché la carta di destinazione abbia un valore superiore e sia del colore opposto a quello della carta che si sta spostando (o della carta in fondo alla serie che si sta spostando). Cioè, è possibile mettere una carta nera su una carta rossa e viceversa. Tieni presente che non è possibile mettere un Re su un'altra carta, dato che non esiste una carta con un valore superiore a quello del Re.
  3. Se la colonna è vuota, allora è possibile posizionarvi qualsiasi carta.
  4. Se si sposta una pila di carte, è necessario assicurarsi che ci siano abbastanza celle libere per facilitare lo spostamento. Questo perché, in Freecell, le carte possono essere spostate solo una alla volta. Se si sposta una serie di carte, allora è come se si usassero le celle libere per immagazzinare temporaneamente le carte mentre si scompone la serie in una colonna per poi assemblarla in un'altra colonna. Si tratta di un meccanismo abbastanza laborioso, e il gioco permette di muovere l'intera serie, anziché spostare le carte una per una. Tuttavia, il gioco calcola sempre la dimensione massima che può essere spostata, in base alle circostanze attuali. La formula per la dimensione massima della serie include il numero di celle libere in alto a sinistra e il numero di colonne vuote..
  5. È possibile spostare serie più grandi di quelle consentite dal numero di celle libere e dal numero di colonne vuote. Per esempio, se trovi una carta in un'altra colonna su cui puoi conservare temporaneamente una parte della tua serie, puoi usarla per dividere la serie in due e spostare le due metà separatamente.

Uso delle celle libere

  1. Ci sono quattro celle libere.
  2. Ogni cella libera può contenere una sola carta.
  3. Nelle celle libere si può mettere qualsiasi carta.
  4. Il numero di celle libere viene usato per calcolare la dimensione massima della serie che è possibile spostare.

Le case

  1. Ci sono quattro case: una per ogni seme. Ogni casa può contenere solo carte di un seme.
  2. La prima carta da posizionare su ogni casa è l’Asso. L’Asso è la carta base della casa.
  3. Dopo che si sarà messo l’Asso nella casa, sarà possibile posizionare solo carte con un valore superiore di uno. In questo modo si divideranno le carte in ordine sequenziale crescente per valore e seme.
  4. Quando tutte le carte saranno state posizionate nelle case, avrai vinto il gioco!

Altre informazioni

  1. A volte, le carte andranno automaticamente nelle case. Questo succede solo per le carte che non possono essere utili per mettere ordine nelle colonne.
  2. Puoi forzare l'invio di una carta in una casa cliccando con il tasto destro del mouse sulla carta.
  3. Puoi forzare l'invio di tutte le carte che possono essere posizionate in una casa cliccando con il tasto destro del mouse sull'area verde in fondo al tabellone di gioco.
  4. Un buon tempo per vincere la partita è entro i 3 minuti.
  5. Freecell non ha un meccanismo di punteggio. Per i giocatori principianti, il metro di giudizio può essere il numero di carte rimaste sul tabellone (cioè, quelle che non sono state messe nelle case) nel momento in cui si bloccano e si arrendono. Per i giocatori che tendono a risolvere le partite più spesso, il metro di giudizio per una singola partita può essere il tempo di gioco impiegato. Invece, per avere idea delle prestazioni complessive si può prendere in considerazione la percentuale di partite vinte.

Esempio di risoluzione di una partita

Ecco un esempio per iniziare al meglio una partita a Solitario Freecell.


In questa partita non ci sono Assi in cima; tuttavia, possiamo muovere diverse carte per renderli disponibili. Iniziamo mettendo il 7 di Fiori sull'8 di Quadri, e mettendo il 6 di Picche sul 7 di Quadri. Nota che possiamo mettere una carta solo su un'altra carta che abbia un valore superiore di uno, e che sia del colore opposto. Cioè, possiamo mettere solo carte rosse (Quadri e Cuori) su carte nere (Picche e Fiori), e viceversa.

Ora concentriamoci sulla colonna più a destra. Possiamo spostare il 7 di Cuori sull'8 di Picche e il 10 di Quadri sul Jack di Picche. Questo rivela l'Asso di fiori, che possiamo mettere nella prima casa.

Continuiamo a concentrarci sulla colonna più a destra. Possiamo spostare il 3 di Fiori in una delle celle libere e poi mettere il 6 di Quadri sul 7 di Fiori. Questo libera la colonna più a destra. Una colonna vuota è molto utile, perché possiamo usarla non solo come cella libera aggiuntiva, ma anche per impilarvi delle carte.

Ora possiamo provare a scomporre la colonna più a sinistra. Possiamo farlo mettendo la Regina di Picche in una cella libera, il 2 di Quadri sul 3 di Picche, l'Asso di Fiori nella seconda casa, la Regina di Cuori sul Re di Picche, la Regina di Fiori in una cella libera e il 2 di Fiori sull'Asso di Fiori (che è già nella casa). In apparenza questo crea un po' di confusione nel nostro tabellone; dato che tre delle quattro celle libere sono occupate. Ma non temere! Come vedrai presto, tutto questo è stato pensato strategicamente e riporteremo facilmente l'ordine.

Spostiamo la Regina di Fiori sul Re di Quadri, e il 3 di Fiori sul 2 di Fiori. Possiamo anche spostare una piccola serie composta da due carte: il Jack di Picche e il 10 di Quadri. Prendiamo queste carte e mettiamole sulla Regina di Cuori. Ora il tabellone sembra di nuovo abbastanza ordinato!

Questa volta, ci concentreremo sulla seconda colonna. Nota che c'è una serie di quattro carte, con il 9 di Picche in basso. Possiamo spostare l'intera serie e metterla sul 10 di Quadri. A questo punto viene scoperto il 2 di Picche, che possiamo mettere sull'Asso di Picche. Il 9 di Fiori, insieme al 3 di Quadri, può ora essere spostato nelle celle libere disponibili. Il 5 di Fiori può essere messo sul 6 di Quadri, che ora si trova nella settima colonna. Questo ci permette di raggiungere il nostro obiettivo: abbiamo scoperto l'Asso di Cuori e possiamo metterlo nella prossima casa disponibile.

Ora sembrerebbe essere una buona idea concentrarsi sulla sesta colonna. Quindi, spostiamo il Re di Fiori nell'ultima cella libera rimasta, il 4 di Quadri sul 5 di Fiori e il 10 di Cuori nella seconda colonna che è vuota.

Mettiamo il 9 di Fiori sul 10 di Cuori e l'8 di Cuori nell'ottava colonna vuota. In questo modo si scopre il 2 di Cuori, che possiamo poi mettere nella propria casa con l'Asso di Cuori. Infine, mettiamo la serie di due carte a partire dal 3 di Picche sul 4 di Quadri.

Ora proviamo a scomporre la quarta colonna. Per prima cosa, mettiamo il Jack di Fiori nell'unica colonna vuota rimasta. Poi, mettiamo il 5 di Quadri sul 6 di Picche. Dobbiamo spostare l'8 di Cuori dall'ottava colonna e metterlo sul 9 di Fiori. Poi, possiamo mettere il 10 di Fiori nella colonna vuota appena liberata. A questo punto, possiamo mettere il 6 di Fiori sul 7 di Cuori, il che scopre l'Asso di Quadri. Possiamo posizionarlo sull'ultima casa rimasta. E infine, possiamo mettere il 3 di Cuori sul 2 di Cuori nella propria casa. Come hai potuto vedere, il 2 di Quadri è andato automaticamente nella casa di quadri, dato che non c'è più nulla sul tabellone al quale si può attaccare.

Ora mettiamo un po' di ordine. Per prima cosa, prenderemo il 3 di Quadri da una cella libera per metterlo sul 2 di Quadri nella casa di Quadri. Poi, si può spostare la serie che inizia con il 10 di Cuori e metterla sul Jack di Fiori. Infine, possiamo spostare il 3 di Picche e il 4 di Quadri nelle rispettive case.

Ora faremo una mossa complicata. Ma prima, spostiamo il 5 di Quadri sul 4 di Quadri. Una volta fatto questo, dovremmo spostare la lunga serie di carte che inizia con il Re di Picche in una colonna vuota, in modo da poter accedere a tutte le carte della settima colonna. Purtroppo, non ci sono abbastanza celle libere e colonne vuote, per eseguire questa mossa. Fortunatamente, però, abbiamo ancora un modo per farlo! Possiamo dividere questa lunga serie di carte in due: possiamo spostare la serie di tre carte che inizia con il 7 di Fiori sull'8 di Cuori, e poi spostare la serie rimanente (che inizia con il Re di Picche) nella colonna vuota.

Sposta il 4 di Fiori nella rispettiva casa. Poi, fai lo stesso con il 5 di Fiori.

Possiamo finalmente smontare la settima colonna. Sposta il 5 di Cuori sul 6 di Picche, il 4 di Picche sul 3 di Picche e il 7 di Picche sull'8 di Quadri. Infine, metti il 4 di Cuori sul 3 di Cuori.

Riempiamo un po' le case. Sposta il 6 di Fiori sul 5 di Fiori. Poi, sposta il 5 di Cuori sul 4 di Cuori.

Ora abbiamo due celle libere e due colonne vuote. Le carte sono già abbastanza ben ordinate sul tabellone ed è chiaro che il gioco può essere risolto. D'ora in poi sarà sempre più facile. Ben fatto! :)

Storia

Il solitario Freecell ha origine nel 1968, quando un gioco leggermente diverso fu pubblicato sulla rivista Scientific American. In seguito tale gioco fu modificato in Freecell, e venne introdotto per la prima volta sui computer nel 1978. Tuttavia, Freecell è riuscito a diventare così popolare soprattutto perché è stato inserito in ogni versione di Microsoft Windows dal 1995. L'originale Microsoft Freecell aveva 32.000 partite numerate. Tra il 1994 e il 1995, ci fu un progetto per risolvere tutte le 32.000 partite, e solo una si rivelò irrisolvibile. Da quel momento, Freecell divenne noto come un gioco che è quasi sempre risolvibile.

Chiudi